venerdì 1 aprile 2016

L'orzo: un cereale dalle molte qualità



L'orzo è un cereale che ho sempre consumato fin da bambina. Mio papà era solito preparare una buonissima minestra di orzo e la mattina mia sorella ed io facevamo colazione con latte ed orzo tostato (vi ricordate l'Orzobimbo?).


Quando sono cresciuta ho scoperto che l'orzo può essere consumato anche in altri modi, ad esempio preparando insalate di orzo, orzotti o semplicemente mescolandolo a qualsiasi sugo dopo essere stato lessato.

Ricordo che mia mamma diceva sempre che l'orzo fa bene perché è rinfrescante. Io, bambina, non capivo cosa intendesse dire utilizzando questa espressione, ma mi piaceva molto il suo sapore delicato e lo apprezzo anche ora.

Col passare del tempo ho scoperto che questo cereale, coltivato sin dall'antichità, ha un moltissime virtù, che lo rendono un alleato prezioso per la nostra alimentazione. Oltre ad avere pochi carboidrati, l'orzo è ricco di proteine, sali minerali (potassio, magnesio, fosforo, ferro, silicio, zinco e calcio), vitamine A, C, E e vitamine del complesso B, oltre ad essere ricco di fibre.

Questa sua composizione lo rende un alleato per il benessere. Vediamo in che modo:

1- essendo ricco di fibre e mucillagini stimola la peristalsi dell'intestino e ne rilassa i muscoli, rendendolo un cereale adatto alla cura di stitichezza e problemi intestinali poiché ha anche un'azione antinfiammatoria, oltre che a risolvere i problemi legati all'acidità di stomaco;

2- è un cereale adatto ai diabetici perché mantiene bassi i livelli di zuccheri nel sangue;

3- è ipocalorico ed è adatto alle diete poiché da un senso di sazietà che dura a lungo;

4- può essere consumato dalle donne in allattamento: l'orzo, infatti stimola la produzione del latte materno;

5- riduce colesterolo e trigliceridi, per cui è un valido alleato per il sistema cardiovascolare;

6- ricco di vitamina C stimola il sistema immunitario;

7- fa bene alle ossa, in quanto ricco di calcio e con proprietà rimineralizzanti;

8- fa bene alla pelle, alle unghie ed ai capelli, grazie alla presenza di acido silicico e selenio;

9- poiché è ricco di vitamina E viene considerato un antitumorale;

10- ricco di fosforo e magnesio fa bene alla memoria, rendendolo adatto agli studenti.

Leggendo qua e là ho anche scoperto che l'orzo, in antichità, era chiamato la bevanda di Ippocrate, che lo considerava un toccasana, in quanto il decotto di orzo è utile per alleviare le infiammazioni alla gola, è leggermente lassativo e ricostituente.

Marito e Polpetta apprezzano questo cereale, che uso nei minestroni assieme al farro e che spesso utilizzo al posto della pasta.
È un cereale versatile che non manca mai nella mia dispensa!  

Se vi siete persi il mio post sul farro, lo trovate qui

3 commenti:

  1. Quante belle proprietà! Dovrei consumarne di più, come gusto mi piace abbastanza anche se non rientra proprio tra i miei preferiti...

    RispondiElimina
  2. Ne ho appena bevuto uno, al posto del tanto amato caffè che mi hanno tolto.. 😭

    RispondiElimina
  3. Amo i cereali, li uso quasi tutti anche combinandoli tra loro! Ok, domani lasagne ma da lunedì cereali ( e legumi) a go go😉

    RispondiElimina